domenica 29 aprile 2012

Orto sinergico

Sapete cosa è l'orto sinergico? 

L’ Orto Sinergico è un metodo elaborato dall’ agricoltrice spagnola Emilia Hazelip e supportato  dalle ricerche relativamente recenti sull’ impoverimento del suolo causato dell’ abuso agricolo meccanico e chimico da parte dell’ uomo (per esempio quelle dell’ agronomo giapponese Masanobu Fukuoka, spiegate in modo affascinante nel suo celebre libro La rivoluzione del filo di paglia)
L’ idea di creare un orto sinergico si ricollega al filone della Permacoltura (coltura permanente, eterna, equilibrata ed inesauribile, non consumistica). 
Aggiornati studi microbiologici evidenziano il fatto che le piante crescendo e vivendo creano spontaneamente un suolo più fertile di prima, grazie a residui organici e all'attività chimica.
La terra, oltre che dalle piante, e’ resa fertile anche da vari microrganismi, batteri, lombrichi, funghi.
La Hazelip ha strutturato un metodo di coltivazione che promuove meccanismi di autofertilità del terreno, senza bisogno di arare o di concimare avendo l'accortezza di piantare varietà «consociate», ovvero collaborative.
Il terreno dell'orto viene ammassato nei così detti  bancali, zone di terra larghe circa m. 1,20 ed alte 30-50 cm, le cui sponde sono oblique. I bancali sono permanenti e non andranno mai calpestati né lavorati in nessun modo. La superficie dei bancali viene ricoperta da uno spesso strato di materiale vegetale (pacciamatura) reperito possibilmente in loco (paglia, sfalci, foglie..) Questa è una copertura organica permanente che ha varie utilità: mantenimento dell'umidità e temperatura della terra, difesa dalle infestanti, fertilizzazione organica.









il prossimo che mi dice che gli ortaggi biologici sono brutti, gli faccio uno shampoo di pomodoro! ecco!



Nessun commento: