lunedì 14 aprile 2014

Markò Carlo Senior alla Villa Medicea di Lappeggi

Carlo Markò Senior a Lappeggi - Bio B&B Villa Medicea Lappeggi


Qualche giorno fa ho ricevuto una mail di un discendente del pittore Carlo Markò. Mi parlava della famiglia e mi ha allegato l'immagine di  un bellissimo francobollo ungherese nel quale si vede un paesaggio bucolico di Lappeggi dipinto all'epoca in cui il suo bisnonno visse qui. Così ho scoperto, tra l'altro, che in ungherese Lappeggi si dice Appeggiböl!






MARKÒ CARLO SENIOR
Leutschau (Slovacchia) 1791 - Firenze 1860
Figlio di un ingegnere, fu avviato alla carriera paterna, ma contemporaneamente studiò all'Accademia di Vienna. Si trasferì in Italia nel 1832, prima a Roma e poi a Firenze dal 1840. Con il 1841 iniziò a esporre all'Accademia fiorentina (Veduta del ponte sull'Arno dell'architetto Rodolfo Castinelli, Veduta di un fiume fra i dirupi), riscuotendo subito tanto successo da aprire una scuola privata di pittura di paesaggio. Fu tra i soci fondatori della Promotrice fiorentina dove espose con regolarità dal 1845. Da quel tempo iniziò a dipingere soggetti sacri ambientati nel paesaggio, rimeditati sui grandi esempi di C. Lorrain (La gita in Emmaus, 1845, Milano, Pinacoteca di Brera). Nel 1846 acquistò la Villa medicea di Lappeggi sulle colline di Firenze, dove avrebbe vissuto fino alla morte.