Il mio bio B&B - My organic B&B


« La terra non ci è stata data in eredità dai nostri genitori ma in prestito dai nostri figli» 
Antico detto Masai, Kenia


“ The Earth was not given to us by our parents, but it was loaned to us by our children”
Old Maasai, Kenya




Mi chiamo Cristina. Ho aperto questo B&B nella casa di famiglia, una splendida Villa Medicea del 1400 a due passi da Firenze. Amo la fotografia, i viaggi, l'arte, la natura, la cucina, il giardinaggio, l'orticoltura biologicaMi interessano la sostenibilità ambientale, l'ecologia, l'alimentazione naturale, l'economia solidale. 
Questo B&B è unico! Non è un'esagerazione. Abbiamo un'unica suite a disposizione dei nostri ospiti che saranno gli unici.
E' dotata di un soppalco di rovere che divide l'area giorno e notte, ingresso e stanza da bagno privati, soffitti con volte a vela, wifi, frigobar, bollitore per bevande calde, kit cortesia con saponi naturali, dispenser di detergenti ecologici, un grazioso cesto per i vostri picnic e un comodo e accogliente soggiorno. A vostra disposizione il parcheggio privato e l'area relax nel giardino storico, un romantico rondò circondato da rose e ortensie all'ombra di un cedro del libano secolare. 

Nel nostro B&B la colazione è biologica, su richiesta vegana o senza glutine. Viene servita in camera o nel meraviglioso giardino della Villa.
Sono disponibile per: prenotazioni musei, noleggio auto e bici, box office. Collaboriamo con guide turistiche, ambientali ed eno-gastronomiche e con professionisti in grado di offrire corsi privati di tango, yoga, cucina, giardinaggio e trattamenti di shiatsu, rilassamento, meditazione da svolgersi nell'ampio giardino, nel parco della villa o nella propria suite. 


Tel. + 39 055 643166
cell. +39 3332677857


My B&B 

My name is Cristina. I opened this B&B in my family’s house, a splendid Medicean Villa built in 1400s near Florence. I love photography, travel, art, nature, cooking, gardening, organic horticulture. I am very interested in environmental sustainability, ecology, natural nutrition, fair trade.

This B & B is unique! It is not an exaggeration. We have one suite available for our guests who will be the only ones!
Our guest suite is one of the most beautiful rooms in the villa. It features an oak loft and a separate living and sleeping area, an entryway and private bathrooms, high vaulted ceilings, Wi-Fi, a mini bar, a kettle for hot drinks, a courtesy kit with natural soaps, eco-friendly cleanser dispensers and a cozy and comfortable living room. Available to you is a private parking area and a place to relax in our historic garden, a romantic rotunda surrounded by roses and hydrangeas in the shade of a centenarian cedar of Lebanon.

At our B&B we serve organic breakfasts. Vegan and gluten-free options are available upon request. It's served in your room or in the beautiful garden of the Villa.
I am available to help you with: museum reservations, car and bike rentals, box office services. We collaborate with tour guides for sightseeing, environmental and wine and food tours and with professionals able to offer tango, yoga, cooking, gardening private classes and shiatsu treatments, relaxation, meditation that can take place in the large garden, in the park or in your own suite.




Situata a pochi chilometri da Firenze fra le colline del Chianti, dopo essere appartenuta ad alcune tra le più prestigiose famiglie toscane, entra a far parte del patrimonio fondiario mediceo nel 1569, in seguito all’acquisto di Francesco dei Medici.
Francesco la affidò al suo architetto di fiducia Bernardo Buontalenti, che la ristrutturò dandogli quella forma che si può oggi ammirare nella lunetta affrescata dipinta da Giusto Utens nel 1599-1602.

Da lui passò a Ferdinando II, poi a Mattias, infine nel 1667 fu di Cosimo III, il quale decise di farne dono al fratello minore, il cardinale Francesco Maria. Ed è con questo proprietario che per Lappeggi inizia il periodo più splendido della sua storia.
La grandiosa opera di ristrutturazione ed ampliamento, voluta dal Cardinale, e realizzata dall’architetto Antonio Ferri, fanno di Lappeggi un edificio fastoso, la decorazione dei cui interni viene affidata ai maggiori artisti del periodo rococò fiorentino: Alessandro Gherardini, Pier Dandini e il decoratore Rinaldo Botti mentre numerosi scultori lavorano alla realizzazione delle statue che adornano lo spettacolare giardino.



Con Francesco Maria, Lappeggi fu centro di un’intensa vita mondana, una sorta di piccola corte fuori città: si narra delle grandi piscine rotonde, le cui vestigia sono visibili, in cui si allevavano i pesci da servire freschissimi alla tavola dei Medici, dei grandi viali antistanti le vasche lungo cui crescevano cinquecento piante di limoni; del casino da caccia nel bosco di lecci retrosante la villa, dove i nobili andavano a cacciare i tordi.


Gli ambienti interni degli appartamenti del cardinale furono decorati «a fresco» a partire dal 1703, dai pittori Pier Dandini, Rinaldo Botti e Alessandro Gherardini, che realizzarono un ciclo pittorico di sorprendente bellezza e qualità che celebrava lo splendore della corte medicea.

Col tempo la villa si arricchì anche di un teatro, di un padiglione come Kaffeehaus e di una sala da gioco per la pallacorda. Tra gli ospiti illustri si ricorda nel 1709, Re Federico IV di Danimarca. La vita spensierata alla corte di Lappeggi fu interrotta dalla morte del Cardinale nel 1710. A descrivere l'aspetto della villa in questo periodo aureo restano alcune descrizioni e vedute, tra le quali una famosa stampa dell'incisore Giuseppe Zocchi.

Con l'arrivo dei Lorena a Firenze, le ville suburbane vennero trascurate e in parte alienate. Questa sorte toccò anche a Lappeggi e nel 1816 fu venduta alla famiglia Capacci. Con la demolizione dell'ultimo piano e la trasformazione del giardino in podere, si ebbero delle profonde trasformazioni, alterando per sempre la grandeur della tenuta. Da allora è rimasta sempre in mani private. Si ricorda il celebre scultore Giovanni Dupré che abitò in villa dal 1875 fino alla sua morte.


 Giovanni Dupré, Pietà, marmo, 1862-63, Siena, Cimitero della Misericordia 

Nessun commento: